A più voci

Alla scoperta della coralità trentina

Per molti mesi centinaia di cori del Trentino sono stati costretti al silenzio. Più di 6.000 coristi nelle città e nelle valli non si sono potuti esibire in pubblico. Ora i cori possono finalmente tornare ad incontrarsi per le prove e i concerti. 

Per incoraggiare questa ripartenza servono motivazioni adeguate, per trovare o riscoprire le quali la testimonianza di alcuni protagonisti del canto corale può risultare preziosa e importante. 

Nasce da qui l’idea di A più voci, una rubrica di video-interviste a direttori di cori curata da Veronica Pederzolli, che andrà in onda a partire da sabato 1 maggio ogni primo e terzo sabato del mese alle 17.00 sul canale YouTube e sui social della Federazione Cori del Trentino da cui l’iniziativa è promossa. 

Undici puntate in tutto presenteranno in leggerezza le figure dei direttori che hanno scritto e continuano a scrivere la storia della coralità trentina, stimolando la curiosità e la riflessione su questa particolare forma espressiva. Quattro interviste singole e sette doppie (stile Iene) coinvolgeranno direttori di cori popolari, misti, femminili e di voci bianche. A partire da Nicola Conci, Mauro Pedrotti e Armando Franceschini, figure cardine della storia della coralità trentina, per poi passare ad altri direttori con un’esperienza pluriennale, fino ai giovanissimi che già dimostrano grande qualità. Non mancheranno i direttori che lavorano con cori professionisti, come Luigi Azzolini, con un solido percorso di studi e chi ha assunto questo ruolo senza diplomi musicali alle spalle. Vi sarà spazio anche per gli insegnanti e i compositori che nelle scuole pubbliche, musicali e in Conservatorio continuano a coltivare con passione l’arte del fare coro. A più voci, insomma, offrirà uno spaccato della coralità trentina mettendo in luce la varietà di vissuti, di esperienze, di inclinazioni. E mostrerà che il bello sta proprio nella molteplicità e diversità dei nostri cori. 








Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.